Caccia alla volpe in tana in prov. di Siena dal 1° aprile: proteste animaliste

Immagineytyt.jpgDal primo aprile in provincia di Siena inizierà la caccia alla volpe in tana. Ne dà notizia la Lida (Lega Italiana dei Diritti dell’Animale), che aggiunge: ”Noi non ci stiamo!, nè per l’ammazzare, nè per la riduzione numerica, nè per il prelievo venatorio, nè per l’abbattimento selettivo, nè per qualunque altra perifrasi si voglia utilizzare per togliere la vita ad animali innocenti. Piccoli cuccioli appena nati verranno sbranati da cani addestrati a entrare nelle tane e quelli che riusciranno a sfuggire a questa morte atroce saranno impallinati dai cacciatori appostati all’uscita della tana stessa”.

Ma più che di caccia, spiega l’Ufficio risorse faunistiche della Provincia, si deve parlare di attività di controllo della volpe nella zona, che si aprirà il primo aprile e proseguirà fino al 31 luglio. Si tratta dell’ultima di una serie di proroghe che vanno avanti dal 2007 con modalità precise stabilite in accordo con l’Istituto Superiore Protezione Ambiente, ente scientifico per la gestione faunistica. L’attività di controllo viene motivata da sovrappopolazione o in alcuni casi, come questo, dai danni provocati all’agricoltura o alla fauna.

Caccia alla volpe in tana in prov. di Siena dal 1° aprile: proteste animalisteultima modifica: 2013-03-15T21:13:00+01:00da venetonordest
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento