Sopprime 44 cani: titolare di un rifugio per cani arrestata in Croazia

imagesLa titolare di un rifugio per animali domestici abbandonati di Zagabria è stata arrestata per aver causato volontariamente, una settimana fa, la morte di 44 cani dopo che sarebbe rimasta senza soldi per la gestione del rifugio canino. Secondo la stampa, la donna, Brankica Crosetti, di 61 anni, avrebbe ammesso il reato giustificandosi «di non aver avuto altra via d’uscita dopo che è rimasta senza fondi per la gestione dell’asilo». È stato arrestato anche un altro uomo, Dalibor Baric, accusato di averle procurato una sostanza per l’eutanasia degli animali che poi il 6 dicembre lei avrebbe loro somministrato con delle iniezioni, sopprimendoli tutti e 44. «Sì, è vero, li ho soppressi io, uno per uno, il tutto è durato sette ore – avrebbe detto la donna alla polizia – io amo gli animali, ma non avevo più soldi per nutrirli e avevano iniziato a soffrire». Le leggi croate prevedono per i reati di atto crudele contro gli animali pene detentive fino a un anno di carcere e 2000 mila euro di multa.