Oipa Ancona sequestra setter chiuso in un recinto

ewew Viveva costantemente rinchiuso in un recinto in aperta campagna a Ostra Vetere, località Pongelli, con una cuccia in plastica come riparo e una ciotola con acqua putrida, con le reti schermate da teli per impedire la visuale dall’esterno. Così era costretto a vivere un setter di 10 anni – probabilmente diventato inadatto per l’attività venatoria – gravemente denutrito e con uno stato di stress molto alto. Lo stato di totale isolamento sociale aveva portato il cane ad esibire comportamenti stereotipati, come il frequente girare su sé stesso.

Ma grazie ad una segnalazione pervenuta alle guardie zoofile OIPA di Ancona e al successivo monitoraggio e soprallughi durati diverse settimane,si è potuto appurare che il povero cane da caccia, ribatezzato poi “Micki”,  era in effetti abbandonato a se stesso. Nessuno si è mai recato a34dsdsd accudirlo, pertanto le guardie zoofile OIPA Ancona si sono recate sul posto con due medici veterinari, di cui un comportamentalista, e, una volta appurate le gravissime condizioni fisiche e psicologiche del cane, hanno proceduto con un sequestro per maltrattamento e detenzione non idonea, ricoverando subito il cane nel canile sanitario di competenza per sottoporlo a cure ed accertamenti. Nei giorni successivi è emerso che la denutrizione era così marcata da impedirgli di assimilare il cibo correttamente.

Nessuno ad oggi – come sottolinea sul sito Oipa, Rocco Coretti, coordinatore del nucleo di guardie zoofile OIPA di Ancona e provincia – ha chiesto informazioni su di lui e il proprietario,  nonostante le indagini, risulta tutt’ora irreperibile.

Oipa Ancona sequestra setter chiuso in un recintoultima modifica: 2016-12-14T20:57:15+00:00da venetonordest
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento